sabato 5 novembre 2011

I PANINI ALLO YOGURTH DELL'ALLUVIONE ( DEBORAH)

Genova e la Lunigiana sono veramente a "duepassidue" da me. Là ho amici, affetti e ricordi, soltanto Lunedì scorso avevamo a cena un caro amico di Filippo venuto in Versilia in occasione di Lucca Comics, lui è un genovese puro, di quelli che assaggia la focaccia, la mastica, la guarda poi TI guarda e si pronuncia in merito. E' partito Martedì mattina e ridendo e scherzando gli abbiam detto: " Oh occhio alla piena eh!" e ci abbiam fatto sù tre o quattro risate...l'avessimo mai fatto, ieri è rimasto bloccato in ufficio perchè la piena è arrivata sul serio, allora ho pensato subito a Pat, Raravis, a Diana si ci ho infilato anche lei perchè avevo paura e mi son dimenticata che abita a Bordighera per fortuna. Allora sono iniziate le mail e le telefonate, senza risposta perchè erano saltati i cellulari e le comunicazioni via internet...insomma io mi logravo da morire, e così come sempre quando son lograta ho deciso di mettere le mani in pasta e preparare la colazione per la mia famiglia, rispolverando questi panini allo yogurth che avevo visto un bel po' di tempo fa da lei, sarà che ero agitata sarà che avevo bisogno di non pensare ( perchè l'allerta meteo ce l'abbiamo anche noi in Versilia e a Pietrasanta avevano già iniziato a distribuire i sacchi con la sabbia... capirai che sforzo ha fatto il comune !) ma li ho voluti provare, sono semplici si ottengono in poco meno di un pomeriggio e sono gustosi da morire.
Ho usato le scorze delle mie arance e dei miei limoni, non vi dico che profumo!!! Per la farino io uso la Lo Conte, vi metto la ricetta:

Brioches allo Yogurth di Lei che le ha prese ha Lui... ( le mie le ho ribattezzate Brutte ma Buone :) )



Ingredienti:
500 gr di farina forte ( 250gr 00 e 250gr manitoba, se non trovate la Lo Conte fate con 300 gr manitoba e  200 gr 00 )
100 gr di late intero
150 gr di yogurth magro ( io mueller;) )
2 uova ed un tuorlo
100 gr di zucchero
60 di burro fuso
1 cucchiao di miele ( io  malto d'orzo )
12 gr di lbd fresco
7 gr di sale
2 cucchiai di rhum
scorza di limone e arancia
albume e gelatina di albicoche per pennellare ( io albume e sciroppo di zucchero per pennellare, una manciata di gocce di cioccolato per decorare)

Sciogliere 1 cucchiaino di miele, il lievito, la scorza di mezzo limone nel latte tiepido....poi unire 90 gr di farina presa dal totale, mescolare bene e mettere a lievitare finché gonfia, ci vuol poco circa 20', io nel frattempo ho cenato e sparecchiato la tavola bisogna ottimizzare i tempi!

Mescolare il resto delle scorze degli agrumi con lo yogurth

Unire al lievitino le uova, il tuorlo, metà zucchero (50 gr), e tanta farina quanta ne basta per incordare con la foglia.
Unire lo yogurt in 3 volte, il resto dello zucchero, e la farina un pò alla volta, impastare. Aggiungere ora il miele rimasto, il sale il burro fuso e per ultimo il Rum, incordare bene  poi montare il gancio ed a velocità 1,5 lavorare ancora capovolgendo 2-3 volte l'impasto.
 
Coprire e mettere a lievitare  a lievitare a 26° per circa 1 ora e mezzo.
 
Trascorso questo tempo rovesciare l'impasto su di un piano di lavoro infarinato, dare un giro di pieghe del tipo 2 senza stringere troppo, coprire a capana e far lievitare per 15', nel frattempo io ho lavato i piatti...
 
Scaldare il forno a 170° e dividere l'impasto in pezzi da 70 gr ciascuno, mettetene uno sotto il palmo della mano, schiacciate e girate contemporaneamente, sentirete che l'impasto forma una pallina, accompagnate col palmo della mano la pallina, serratela per bene e ponete sulla placca coperta con carta da forno ( lei si spiega molto meglio di me ), spennellate le palline con l'albume, coprite e mettete a lievitare a 28° fino al raddoppio.
 
Spennellate nuovamente con l'albume fare 4 tagli a croce con le forbici ed infornate per 12'/15' non di più, all'uscita spennellate bene con lo sciroppo di zucchero ( fate scaldare bene 3 cucchiai d'acqua e 2 cuchiai di zucchero al velo fino ad ottenere uno sciroppo limpido e lucido ) e cospargete con le gocce di cioccolato, un profimo una goduria unica, chevvelodicoaffà!!!!!
 
 
Eccoli appena sfornati...
Buona giornata
 



Deborah 

3 commenti:

  1. Che meraviglia! Devono essere una bontà divina... io quasi quasi ci provo! Mi piacciono proprio...ti faccio sapere se ce l'ho fatta!
    Un bacio
    Patrizia

    RispondiElimina
  2. ciao, ti vorrei invitare al mio primo contest “DENTRO AL RICCIO”, ricette a base di CASTAGNE! Se ti và, passa a trovarmi. http://dentrolapentola.blogspot.com/2011/10/dentro-il-riccioil-primo-contest-di.html

    RispondiElimina
  3. @ Pat: sono veramente buoni, soffici e pratici, li congeli appena fatti, li tiri fuori dal congelatore la sera prima e al mattino mentre ti prepari il cappuccino gli dai una scaldatina, NON al micro sennò diventano " cingommosi"! Un bacio tesoro!
    @ Matteo che piacere averti qui! Non posso non partecipare al tuo contest e sicuramente passerò a trovarti!

    RispondiElimina

gli impastatori dicono: